Il gioco del silenzio

Il gioco del silenzio

È […] nel silenzio e dal silenzio che l’io, il mondo e la parola emergono, tra loro originariamente uniti. Così come il mondo non è mai davanti a me, ma sempre mi circonda e mi attraversa, così come non faccio che vedere il mondo provenendo dal cuore del mondo, altrettanto accade alla parola. Essa non parla se non dal silenzio del mondo e del silenzio del mondo: quel silenzio che la parola custodisce e reca in sé; quel silenzio che è così raro e difficile saper ascoltare. Sembra allora giusto dire che la virtù prima del filosofo non è la parola, bensì l’ascolto, non è la ragione espressa, ma la domanda silenziosa con il suo carico di angoscia e di stupore.

Book details

About the author

Carlo Sini

Carlo Sini ha insegnato Filosofia teoretica all’Università degli Studi di Milano per più di trent’anni. Accademico dei Lincei e membro dell’Institut International de Philosophie di Parigi, ha tenuto conferenze e seminari negli Stati Uniti e in Canada, in America Latina e in vari paesi europei. Tra le sue ultime pubblicazioni: Eracle al bivio. Semiotica e filosofia (Torino 2007), Da parte a parte. Apologia del relativo (Pisa 2008), L’uomo, la macchina, l’automa: lavoro e conoscenza tra futuro prossimo e passato remoto (Torino 2009), Etica della scrittura (Mimesis, Milano 2009), Scrivere il silenzio: Wittgenstein e il problema del linguaggio (Roma 2013).

You will also like