Auschwitz dopo Auschwitz Poetica e politica di fronte alla Shoah

Auschwitz dopo Auschwitz

Poetica e politica di fronte alla Shoah

Read excerpt Download excerpt

Tra divieto e provocazione si muove il famoso verdetto di Theodor Wiesengrund Adorno del 1949 per il quale “scrivere poesia dopo Auschwitz è un atto di barbarie”. Il volume raccoglie testi di diversi studiosi che si sono confrontati (direttamente o indirettamente) con la controversa sentenza adorniana, analizzandola in una prospettiva interdisciplinare attraverso le lenti di filosofi, scrittori, poeti, intellettuali, in un passo incrociato tra il poetico e il politico. Si possono quindi analizzare e confrontare le risposte al verdetto di Adorno da parte di autori come Jean Améry, Günther Anders, Hannah Arendt, Paul Celan, Günter Grass, Victor Klemperer e Primo Levi, misurando così anche la portata della frase lapidaria nel tentativo di leggere Auschwitz dopo Auschwitz. A coronare il volume un breve scritto di Günther Anders, dal titolo Nach Auschwitz (“Dopo” Auschwitz, ma anche “Secondo” Auschwitz, 1982), che testimonia la sua tarda replica ad Adorno.

Testi di: Raul Calzoni, Matteo Cavalleri, Francesco Ferrari, Micaela Latini, Stefano Marino, Fausto Pellecchia, Francesca Romana Recchia Luciani, Erasmo Silvio Storace, Alberto Tommasi.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Publication date

  • Collection

About the author

Micaela Latini

Micaela Latini insegna Letteratura tedesca presso l’Università di Cassino. Tra le sue pubblicazioni: Il possibile e il marginale. Studio su Ernst Bloch (2005), tre monografie su Th. Bernhard (La pagina bianca, 2010; Il museo degli errori, 2011; Die Korrektur des Lebens, 2017) e (con A. Campo), Dieci anni di estetica tedesca, 2013.

Erasmo Silvio Storace

Erasmo Silvio Storace è professore a contratto all’Università dell’Insubria di Varese- Como. Tra le sue pubblicazioni: Essere e preoccupazione (2008); Introduzione all’estetica di Jean Paul Richter (2010); Ergografie (2012); Meta(m)orphica: Poesia e Filosofia (2015); I linguaggi politici della civiltà occidentale (2016).

You will also like