Volti d’altri, tra finito e infinito In dialogo con filosofi e teologi italiani

Volti d’altri, tra finito e infinito

In dialogo con filosofi e teologi italiani

La secolarizzazione ha fatto valere con forza la dignità autonoma del finito, a tal punto da ritenere cosa ovvia che esso o l’immanenza siano il tutto della nostra esistenza, e che ogni rimando alla trascendenza non faccia che compromettere la libertà umana. Il volume affronta questo risvolto della secolarizzazione confrontandosi per un verso con le posizioni antimetafisiche di filosofi come Natoli, Rusconi e Vattimo, per l’altro con chi propone forme nuove d’intendere la relazione finito-infinito, rispettose della dignità e della libertà del finito. Si offrono così esempi concreti di dialogo filosofico-teologico e al contempo un significativo spaccato della filosofia e della teologia italiana. Giovanni Ferretti è professore emerito di Filosofia teoretica all’Università di Macerata, di cui è stato Rettore. Si è occupato di filosofia contemporanea, filosofia della religione e dei rapporti tra filosofia e teologia. Tra i suoi scritti vi sono opere su Scheler, Kant, Husserl, Levinas.

Book details

About the author

Giovanni Ferretti

Giovanni Ferretti è professore emerito di Filosofia teoretica all’Università di Macerata, di cui è stato Rettore. Si è occupato di filosofia contemporanea, filosofia della religione e dei rapporti tra filosofia e teologia. Tra i suoi scritti vi sono opere su Scheler, Kant, Husserl, Levinas.

You will also like