Estetica ecologica Percepire saggio, vivere corrispondente

Estetica ecologica

Percepire saggio, vivere corrispondente

A partire dall’idea, antica ma sempre nuova, della filosofia come esercizio della sensibilità e della meraviglia, l’estetica ecologica qui affrontata non è un’estetica dell’ambiente naturale, quanto un approccio percettivo complessivo, integrale e non dualistico, alla corrente dell’esperienza. Si tratta di un sentire/pensare con le cose, più che su di esse; si tratta di un conoscere implicato, intimo e partecipato, più che distante e separato. Questo percepire è chiamato saggio perché sempre sperimentale, nel processo e nel passaggio; un saggiare che significa corrispondere col mondo, secondo il ritmo oscillatorio, attivo e passivo, che ci costituisce. Il volume si compone di sette saggi che declinano questa proposta attraverso diversi temi e argomenti: la conoscenza come movimento e relazione, il mondo come meshwork di linee, l’aptico come sentire/pensare consapevole, il tempo come temperatura, la dietetica della cura, il gusto come compito e impegno, l’educazione come “imparare a imparare”.

Book details

About the author

Nicola Perullo

Nicola Perullo è professore ordinario di Estetica e autore di numerosi lavori in vari campi di ricerca filosofica, da Vico a Derrida e Wittgenstein, fino ai rapporti tra filosofia, cibo, gusto e arte. Tra le sue pubblicazioni più recenti, per i tipi di Mimesis: Epistenologia (2016), Ecologia della vita come corrispondenza (2017) e Il gusto non è un senso ma un compito (2018).

You will also like