Antropocenere I mondiali di calcio visti con gli occhi di chi perde sempre

Antropocenere

I mondiali di calcio visti con gli occhi di chi perde sempre

Anteprima Scarica anteprima
Il romanzo si snoda attorno a Diwash, un giovane che va a lavorare in Qatar, come altri milioni di giovani, alla costruzione degli stadi e delle infrastrutture necessarie per il mondiale di calcio del 2022. Il protagonista si accorgerà troppo tardi di essere caduto in una trappola dalla quale è quasi impossibile uscire. Diwash racconta le sue origini, la sua passione per il calcio, i suoi sogni: tutto questo viene intervallato dai racconti e dalle amare e ciniche considerazioni di altri personaggi che in un modo o nell’altro entrano nella vicenda. Sullo sfondo, gli effetti preponderanti dell’entrata in scena del petrolio nella storia dell’umanità. Il romanzo, in piccola parte autobiografico, è intessuto da diversi fili: il calcio, il petrolio, la condizione dei lavoratori – tanto in Qatar quanto in Italia – la schiavitù in Messico, nelle Filippine e in India. Alcuni personaggi, accompagnando le loro considerazioni con le note di brani musicali, portano in questo ordito un filo di speranza che non si spezza per tutto il racconto.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    172
  • Collana

Sull'autore

Silvio La Corte

Silvio La Corte, insegnante di Educazione fisica, collabora da una decina d’anni con una cooperativa a cui sono affidati adulti con disagio e occasionalmente partecipa a missioni nazionali su indagini ambientali.