Jean Baudrillard Il male, l’utopia, il simulacro

Jean Baudrillard Il male, l’utopia, il simulacro

Nell’imponente letteratura critica dedicata a Jean Baudrillard, un tema sembra ancora poco approfondito e considerato: il ruolo e il significato del motivo religioso nella sua opera. Lungi dall’essere un aspetto secondario, esso è decisivo per misurare la profondità storico-culturale di molti dei suoi concetti più importanti e per interpretare alcune delle principali questioni da lui poste. Questo studio indaga le molteplici rifrazioni del religioso nel pensiero di Jean Baudrillard, concentrandosi in particolare su tre temi fondamentali: la dualità e il principio del male, la critica al marxismo in chiave utopica, la teoria del simulacro. Questi terreni di riflessione, che attraversano l’opera e si rinviano reciprocamente, sono esplorati ponendo in luce i differenti e fecondi orizzonti culturali e simbolici inerenti alla dimensione religiosa, che in ultima istanza risulterà essere una delle espressioni più chiare dell’intenzione politica nel suo pensiero.

Book details

About the author

Dario Altobelli

Dario Altobelli è ricercatore in Sociologia generale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Tra le sue pubblicazioni: L’utile e il ragionevole. Saggio su Cesare Lombroso (2016), I sogni della biologia. Utopia e ideologia delle scienze della vita del Novecento (2012), Il fondo archivistico Gaetano Mosca (2010) e Indagine su un bandito. Il caso Musolino (2006). Per Mimesis ha curato e tradotto: Jean Baudrillard, All’ombra delle maggioranze silenziose ovvero la fine del sociale (2019); Robert Hertz, La preminenza della mano destra. Studio sulla polarità religiosa (2016). È inoltre autore di studi sull’utopia e su figure e momenti della storia delle scienze umane e sociali apparsi su riviste e volumi collettanei nazionali ed esteri.

You will also like