Intermittenze visionarie Caso e Necessità nella costruzione e decostruzione del Sovrannaturale

Intermittenze visionarie

Caso e Necessità nella costruzione e decostruzione del Sovrannaturale

Cinque racconti di un viaggio nei luoghi della mente. Tessere d’una mappa esplorativa di un osservatore partecipe, che racconta la psiche umana in un diario di bordo libero dai legacci di un sistema di psicoanalisi preformato ad arte negli ultimi secoli. L’iniziale innocua attività di chi rimane al sicuro entro i confini del possibile e del plausibile, dove la primavera del fantastico apre fessure nella compattezza della realtà ordinaria, lascia il passo a eventi e visioni lacerate e laceranti, in cui l’intrusione della follia chiama in causa l’esperienza del clinico. Tutto ciò alla luce di un rapporto con le istituzioni e la cultura dominante caratterizzato dall’intenzione di attribuire caratteri di plasticità e non di patologia all’attitudine visionaria, a cui l’antropologo e l’esperto in psicopatologia generale daranno un senso allorché accettino che l’elaborazione delle emozioni è la via che impedisce l’avvento della cronicità e della incoercibilità delle allucinazioni e dei deliri.

Book details

About the author

Goffredo Bartocci

Goffredo Bartocci, già professore a contratto alla Scuola di Specializzazione in Psicologia Medica dell’Università degli Studi di Torino, è psichiatra e psicoanalista a Roma. Fellow dell’Organizzazione Mondiale della Sanità presso il Tavistock Institute (Londra), ha condotto ricerche sul campo presso i popoli bantu nell’Africa subequatoriale e presso le popolazioni aborigene del deserto centrale australiano. Direttore dell’Unità di Psichiatria Transculturale dell’ASL di Roma, Presidente della Sezione speciale di Psichiatria Transculturale della Società Italiana di Psichiatria, Presidente della Transcultural Psychiatry Section della World Psychiatric Association e fondatore della World Association of Cultural Psychiatry, ha organizzato numerosi convegni internazionali. Attualmente è Presidente dell’Istituto Italiano di Igiene Mentale Transculturale e responsabile della rivista online “Psichiatria e Psicoterapia Culturale”.

You will also like