I nomi dei Magi Evangelici Un’indagine storico-religiosa

I nomi dei Magi Evangelici

Un’indagine storico-religiosa

Sebbene i nomi propri dei Magi non compaiano affatto nella pericope di Matteo 2,1-12, le tradizioni apocrife ne hanno fissati in particolare tre, Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, che però non sono affatto né gli unici, né, in tale versione, i più antichi; così come il numero dei Magi non è mai indicato nel Vangelo, lo stesso dicasi per i loro nomi, che vanno da tre a dodici. Il presente saggio propone un'indagine preliminare sulla storia delle origini di tale complessa tradizione onomastica attestata in lingue e culture diverse, tra Oriente e Occidente, nel mondo Tardo Antico e Medievale, sulle tracce di intricati percorsi della spiritualità antica e della propaganda cristiana, che proprio grazie alla figura dei Magi evangelici poté elaborare un importante mezzo di dialogo e di promozione interculturale. Il testo è corredato di tavole sinottiche (a cura di A. Zubani) e di un’appendice sul testo osseto di Matteo 2,1-12 (P. Ognibene), nonché di due brevi saggi, uno sulla monetazione indo-partica dei Gondofaridi (A. Gariboldi), la cui storia risulta connessa alla figura di Gaspare, l’altro sull’immagine dei Magi evangelici nella ricezione cinese (J. Kotyk).

Book details

About the author

Antonio Panaino

Antonio Panaino è professore ordinario di Studi Iranici presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna; Paolo Ognibene e Alessia Zubani sono rispettivamente ricercatore e dottoressa di ricerca in Studi Iranici presso lo stesso ateneo, Dipartimento di Beni Culturali; Jeffrey Kotyk è ricercatore presso la University of British Columbia (Vancouver, Canada); Andrea Gariboldi è ricercatore presso l’Università degli Studi di Trieste.

You will also like