Disastro e sopravvivenza Tempo profondo, arte climatologica e ansia da global warming

Disastro e sopravvivenza

Tempo profondo, arte climatologica e ansia da global warming

Si sostiene che, nel momento in cui l’umanità si troverà quasi con le spalle al muro in conseguenza di disastri climatici planetari, essa saprà cambiare. Il problema qui è il “quasi”. Infatti, si suppone che l’evento che potrebbe indurci a cambiare radicalmente orientamento possa avere luogo troppo tardi: quando ci sentiremo quasi con le spalle al muro, potrebbe già essere troppo tardi. Così può essere compreso il dictum di Blanchot: “Ci troviamo ai bordi del disastro senza poterlo situare nel futuro: esso, piuttosto, è già da sempre avvenuto.”

Book details

About the author

Raffaele Scolari

Raffaele Scolari si occupa di paesaggio e di mutamenti nella realtà spaziale del presente. Con Mimesis ha pubblicato: Paesaggi senza spettatori (2006), Filosofia del mastodontico (2010) e Filosofia di una performance (2012).

You will also like

, and 1 more