Nelle pieghe del mondo Il paesaggio negli anni della Convenzione europea

Nelle pieghe del mondo

Il paesaggio negli anni della Convenzione europea

Anteprima Scarica anteprima
Nel mondo contemporaneo l’idea di paesaggio gode di grande visibilità. Ne è una significativa testimonianza l’introduzione della Convenzione europea del paesaggio. La nozione di paesaggio nasce da una cesura tra il territorio e la sua immagine, ma oggi ci troviamo nell’urgenza di ricomporre questa frattura. Malgrado questo concetto copra un ampio spettro di significati, è possibile delinearne i contorni, farne una storia e anche una geografia. Un agile testo che potrà interessare i cittadini attenti alle condizioni e alle qualità dei luoghi, ma pure gli operatori territoriali e gli studenti, che troveranno elementi di riflessione.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Collana

Sull'autore

Claudio Ferrata

Claudio Ferrata è geografo, dottore di ricerca in Scienze economiche e sociali all’Università di Ginevra, opera nel campo della cultura del territorio ed è membro della Commissione del paesaggio del Cantone Ticino. Ha insegnato presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino ed è stato docente liceale a Lugano. È autore di La fabbricazione del paesaggio dei laghi (2008), L’esperienza del paesaggio (2013), Il territorio resistente (2017) e Elementi di geografia (con Stefano Mari e Mauro Valli, 2017).

Ti potrebbe interessare