Viaggio nella psicoanalisi Come la cura ci restituisce alla vita

Viaggio nella psicoanalisi

Come la cura ci restituisce alla vita

Ci sono il signor V, che si crede il protagonista di un romanzo di Carrère, e Makiko, una giapponese a Parigi, malata oncologica, divisa tra i doveri di un antico codice d’onore e il suo presente di straniera. Byron invece distilla il bisogno di sicurezza in rapporti superficiali e una confusa bisessualità. E ancora Aicha – che si sente abitata da numerose figure – e la signorina C, con la sua vita in bilico, in un mondo di affetti congelati. In questo viaggio emozionante dell’autrice, lungo oltre quarant’anni, nella pratica della psicoanalisi, il rapporto fra corpo e psiche torna prepotente nella sua unità, dopo che a lungo la filosofia ne ha voluto evidenziare la dicotomia. Vita e pensiero coincidono: anzi, spingendosi ancora oltre, quest’ultimo si configura come un vero e proprio “atto della carne”. Spaziando dalla mitologia alla letteratura giapponese, passando per la tragedia greca, gli scritti dei padri della Chiesa e l’arte del tiro con l’arco, Aisenstein ci ricorda come una solida unione e il dialogo di mente e corpo possano dare, ancora oggi, risposte creative ai problemi più complessi della pratica psicoanalitica.

Book details

About the author

Marilia Aisenstein

Marilia Aisenstein, psicoanalista. È stata presidente della Società Psicoanalitica e dell’Istituto di Psicosomatica di Parigi, attualmente è cofondatrice e redattrice della “Revue française de psychosomatique”. I suoi libri sono incentrati su psicosomatica e ipocondria, transfert, dolore e distruttività. Sulle più prestigiose riviste francesi e internazionali ha pubblicato oltre centocinquanta articoli in francese, greco e inglese, tradotti inoltre in spagnolo, tedesco e portoghese. Nel 1992 ha ricevuto il premio Maurice Bouvet.

You will also like