Pause Sette oasi di sosta, sull’orizzonte del silenzio

Pause

Sette oasi di sosta, sull’orizzonte del silenzio

Ci sono momenti in cui le parole non bastano. A volte sono troppo strette per contenere quello che si prova, immensamente più bello o drammaticamente più brutto rispetto a quanto si può esprimere. A volte sono troppo statiche per seguire i mutamenti improvvisi dell’animo, la rapidità dei pensieri. Si ammutolisce per amore, meraviglia, rimpianto, perdita, indignazione, passione... Sono questi i momenti in cui lasciar parlare il silenzio e ascoltare fra le pieghe dell’inespresso. Ci si affaccia a un confine, a una soglia, quel “mentre”, quell’attimo di sospensione (dal rumore, dall’abitudine a dire) in cui tutto può succedere e il silenzio può diventare scoperta, scelta comunicativa e azione, non del fare, dell’essere. Pronti a partire per un viaggio in cui contano soprattutto le fermate, e con insoliti compagni di avventura…

Book details

About the author

Nicoletta Polla-Mattiot

Nicoletta Polla-Mattiot, giornalista e saggista, ha oltre vent’anni di esperienza fra periodici e quotidiani. Ha lavorato a “La Stampa”, poi “La Repubblica” e attualmente al “Sole24Ore”. Specializzata nella ideazione, progettazione e sviluppo di periodici (“Grazia”, “PerMe”), dirige il mensile “How to Spend it”, in partnership con il “Financial Times”. Accanto all’attività giornalistica, ha sviluppato un’intensa attività didattica e di ricerca. Lavora sul linguaggio non verbale e il silenzio come strumento e tecnica di comunicazione dal 1988. Sull’argomento ha scritto libri, articoli, saggi. Fra gli altri: Il paradosso del silenzio, 2009, Tacere tra parentesi, 2006, Riscoprire il silenzio, 2004. Curatore scientifico del Festival del Silenzio di Vicenza e Treviso, fondatore del sito www.ascoltareilsilenzio.org, nel 2009 ha fondato con Duccio Demetrio l’Accademia del silenzio, scuola di pedagogia e comunicazione del silenzio.

You will also like