Ontologia dell’accidente Saggio sulla plasticità distruttrice

Ontologia dell’accidente

Saggio sulla plasticità distruttrice

In conseguenza di gravi traumi, talvolta per un nonnulla, la storia di ognuno di noi può subire un radicale cambiamento: la vita che avevamo progettato per anni è costretta a una deviazione improvvisa e irreversibile. Dal trauma sorge una personalità nuova, senza precedenti. Una personalità nata da un incidente, nata per accidente. Il fortuito diviene così sostanziale e l’inaspettato s’inscrive nel nucleo più profondo del nostro essere. Affrontando con delicatezza il tema dell’impatto che i traumi psicofisici possono avere sulla nostra vita, Catherine Malabou intraprende un’avventura filosofica e letteraria in cui Spinoza, Deleuze e Freud incrociano Ovidio, Kafka, Proust e Duras, disegnando un’inedita ontologia fondata sul potere plastico della distruzione, sulla tendenza esplosiva che minaccia segretamente ognuno di noi.

Book details

About the author

Catherine Malabou

Catherine Malabou insegna Filosofia all’Université Paris-Ouest Nanterre ed è docente presso il Centre for Research in Modern European Philosophy della Kingston University di Londra. È autrice di numerosi saggi, fra i quali, tradotti in italiano, ricordiamo: Cosa fare del nostro cervello (2007) e, con Judith Butler, Che tu sia il mio corpo. Una lettura contemporanea della signoria e della servitù in Hegel (2017).

You will also like