Lontano dal cinema Critica e feticismo, ideologia, psicoanalisi

Lontano dal cinema

Critica e feticismo, ideologia, psicoanalisi

Il cinema vive un momento di grande diffusione di massa, ma ciò avviene in uno spazio esclusivamente consumistico, dominato e svilito da bisogni indotti, in una scena sociale completamente derealizzata e deideologizzata. Il libro raccoglie saggi e interventi in cui viene messo l’accento sulla funzione che la parte più avanzata degli intellettuali, cineasti e critici, ha avuto durante gli anni Settanta, e che oggi ha perduto, nel problematizzare la prassi del fare cinema e del fare critica in alternativa ai codici di scrittura e alle metodologie di lettura dominanti. Tutto questo a cominciare dall’analisi sia del rapporto tra cinema e psicoanalisi, ovvero il nodo del guardare/guardarsi che lega strutturalmente il soggetto all’oggetto cinema come investimento amoroso identitario secondo un modello feticista, sia del rapporto critico con il cinema stesso e la sua funzione nel campo dell’ideologia e del politico, contro ogni sua deriva di beanza passiva e di cinefi lia, appunto, feticista.

Book details

About the author

Alfredo Rossi

Alfredo Rossi ha scritto sulle riviste “Cinema&Film”, “Nuova Corrente” e “Bianco& Nero”. Ha pubblicato i volumi Elia Kazan (1977) e Elio Petri (1979). È autore inoltre dei libri: Splendore nell’erba sul film omonimo di Elia Kazan e, in corso di pubblicazione, La Via Lattea dedicato alla pellicola di Louis Bunuel. Per Mimesis è stato curatore del volume Barricate di Carta. “Cinema&Film” e “Ombre Rosse”, due riviste intorno al ’68 (2014) e ha scritto Elio Petri e il cinema politico italiano. La piazza carnevalizzata (2015).

You will also like