In questa edizione italiana integrale della celebre raccolta di fiabe curata dall’autore settecentesco Christoph Martin Wieland, si trovano per la prima volta anche i contributi di Friedrich H. Einsiedel e August J. Liebeskind. Il fantastico regno di Jinnistan appare in tutte le sue sfaccettature, palinsesto di molte altre opere successive, in particolare del Flauto magico mozartiano. In un regno di contaminazioni tra figure umane e fatate, tra Oriente e Occidente, sontuosi giardini e ricchi palazzi rococò ispirati alle corti europee, queste fiabe raccontano la storia della fine di un’epoca attraverso un caleidoscopio di immagini e motivi nei quali convivono spazi e tempi lontani, realtà e finzione, ironia e arabesco.

Book details

About the author

Christoph Martin Wieland

Christoph Martin Wieland (Oberholzheim 1733 - Ossmannstädt 1813) fu scrittore tedesco di spicco all’epoca di Goethe e contribuì in maniera sostanziale allo sviluppo culturale della città di Weimar. Autore poliedrico e attratto tanto dalle idee illuministe quanto dalle involute forme del rococò, divenne famoso soprattutto per i suoi romanzi, fra cui Gli Abderiti (1774), per il poema cavalleresco Oberon (1780) e per la sua attività di pubblicista e redattore della rivista “Der Teutsche Merkur”, palcoscenico della cultura tedesca dal 1773 al 1789.

You will also like