Il ventennio di fuoco della Rivoluzione russa 1918-1939

Il ventennio di fuoco della Rivoluzione russa

1918-1939

Nato dalla Prima guerra mondiale, il socialismo sovietico ha avuto assai poco a che fare col sogno ottocentesco di una società di liberi ed eguali. È stato, piuttosto, il risultato di una congiuntura storica profondamente segnata dalla crisi della civiltà europea sfociata in un conflitto di dimensioni intercontinentali. Questo significa che la costruzione del socialismo realmente esistito va analizzata non sulla base di principi astratti, ma nel suo concreto svolgersi in circostanze assolutamente non previste e certo non volute dagli stessi promotori della rivoluzione dell’ottobre 1917, Lenin e Trockij in particolare. Così, il regime staliniano non rimanda assolutamente alla visione originaria del comunismo marxiano, ma piuttosto al dramma della società russa e sovietica degli anni Venti stretta fra rivoluzione, guerra civile, crisi economica e disgregazione sociale. Una storia tragica e affascinante, che viene qui raccontata con l’aiuto della migliore documentazione disponibile dopo un secolo di studi.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Publication date

About the author

Nino Salamone

Nino Salamone è docente di Sociologia presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Si occupa di temi legati alla sociologia classica e alle dinamiche della modernità occidentale, ed è autore di diverse monografie fra cui: L’ordine e il caos. Traiettorie della modernità (Napoli, 1995), Postmodernità. Quotidiano e orizzonte nella società contemporanea (Roma, 1999), A sua immagine e somiglianza. Cristianesimo e modernità in Occidente (Roma, 2001), Il disincanto del mondo. Traiettorie della globalizzazione (Milano, 2006), Percorsi della modernità in Occidente. Una riflessione sociologica (Milano, 2015), La carne e il silicio. Umani e macchine nel ventunesimo secolo (Milano, 2017). Ha inoltre curato i volumi: Razionalizzazione, azione, disincanto. Studi sull’attualità di Max Weber (Milano, 2008), l’antologia tematica La modernità nei classici della sociologia (Milano, 2009). Ha curato inoltre, con Mauro Protti, il volume Prima modernità. Fra teoria e storia (Milano, 2014).

You will also like