Filosofia ed etnometodologia Lezioni calabresi

Filosofia ed etnometodologia

Lezioni calabresi

L’etnometodologia descrive il modo in cui le persone organizzano continuamente la loro interazione sociale. Questi studi criticano l’essenzialismo basandosi sullo studio delle pratiche reali. Informate da fenomenologia, postmodernismo e dialettica negativa (Husserl, Heidegger, Saussure, Merleau-Ponty, Sartre, Derrida, Lévinas, Hegel e Adorno), queste analisi perseguono questioni filosofiche vitali come si rivelano nelle pratiche di tutti i giorni: cos’è l’oggettività viene esaminato studiando il lavoro di assaggiatori di caffè professionisti che descrivono i sapori; ciò che è razzismo viene scoperto studiando la dialettica del dominio nei rapporti faccia a faccia; quali sono “le regole” è ri-specificato dalle etnografie dell’instaurazione degli ordini locali nel flusso del traffico pedonale e del modo in cui i surfisti sulle onde organizzano il loro turno. Basati sulla ricerca dell’autore in una dozzina di paesi, questi capitoli nascono inizialmente come lezioni tenute presso l’Università della Calabria.

Book details

About the author

Kenneth Liberman

Kenneth Liberman è professore emerito all’Università dell’Oregon. Ha vissuto due anni con gli aborigeni australiani (Understanding Interaction in Central Australia, Routledge) e quattro anni in monasteri buddisti tibetani (Dialectical Practice in Tibetan Philosophical Culture: An Ethnomethodological Inquiry into Formal Reasoning, Rowman & Littlefield). Il suo More Studies in Ethnomethodology (State University of New York) ha vinto un Premio Distinguished Book della American Sociological Association.

You will also like