Esperimenti mentali in filosofia

Esperimenti mentali in filosofia

Spesso i filosofi paiono pensare di poter trarre conclusioni radicali sulla base di una semplice discussione di scenari immaginari, scenari che a volte sembrerebbero tratti da un racconto di fantascienza. Questo stile argomentativo lascia molti studenti (e anche alcuni filosofi di professione) perplessi: come può il semplice riflettere su di uno scenario immaginario permetterci di trarre conclusioni su come stanno le cose nella realtà? Questo volume cerca di giustificare l’uso di esperimenti mentali in filosofia, concentrandosi su due casi studio, entrambi tratti dalla letteratura sull’identità personale: la trasformazione di un essere umano in un’entità sintetica, e la divisione di una persona in due individui distinti.

Book details

About the author

Andrea Guardo

Andrea Guardo è ricercatore presso l’Università degli Studi di Milano. Tra le sue pubblicazioni, Il Mito del Dato (2009), Seguire una regola (2018) e articoli in “Philosophical Studies”, “Synthese” e diverse altre riviste internazionali.

You will also like