Da Mozart a Beethoven Saggio sulla nozione di profondità nella musica

Da Mozart a Beethoven

Saggio sulla nozione di profondità nella musica

Eric Rohmer, appassionato di musica, in certi casi compositore di temi musicali per i suoi film, applica la propria “teoria delle forme” all’arte di Mozart e Beethoven. Seguendo un excursus storico, svolge un’analisi in cui il tecnicismo critico è costantemente mitigato da una scrittura che procede con l’enfasi e l’entusiasmo di un informale parlato. La musica, soggetto privilegiato, viene rapportata anche alle altre arti, ripresa secondo le parole e la prospettiva di filosofi, critici, musicisti, scrittori, pittori. Viene così a completarsi il pensiero del regista sviluppato nella raccolta dei suoi articoli (La celluloide e il marmo) riguardanti il rapporto tra le arti e il cinema: la musica è l’unica vera sorella del cinema in grado di cogliere il reale nel suo darsi, permettendo contemporaneamente, in maniera kantiana, un’apertura alla nostra libertà.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Original language

    French
  • Publication date

About the author

Eric Rohmer

Eric Rohmer, nome d’arte di Jean Marie Maurice Schérer (Tulle 21 marzo 1920 – Parigi 11 gennaio 2010), è stato regista (la maggior parte dei suoi film sono organizzati in tre cicli narrativi: Sei racconti morali, Commedie e proverbi, Racconti delle quattro stagioni) oltre che critico cinematografico e direttore dei Cahiers du cinema. Ha scritto opere teoriche sul cinema (Il gusto della bellezza, L’organizzazione dello spazio nel “Faust” di Murnau, Hitchcock, La celluloide e il marmo). È autore del romanzo Élisabeth oltre che di brevi racconti.

You will also like