Back to the 80s L’immaginario degli anni Ottanta nell’era digitale

Back to the 80s

L’immaginario degli anni Ottanta nell’era digitale

Read excerpt Download excerpt
Perché nei prodotti dell’industria culturale di oggi l’archetipo del fanciullo e l’ambientazione degli anni Ottanta spesso coincidono? Quali metafore esprime l’immaginario rappresentato in questi prodotti? C’è un fi lo conduttore tra quel decennio e i giorni nostri? E se ne può parlare in termini di durata (breve? media? lunga?) di un processo storico e culturale? Lo scopo principale di questo libro è cercare di rispondere a queste domande. Per fare ciò si tornerà virtualmente indietro nell’Italia degli anni Ottanta: l’unica potenza industriale occidentale che fa il suo ingresso nella videosfera – l’era della tv a colori secondo Régis Debray – contemporaneamente all’avvento della società dell’informazione, caratterizzata, secondo Manuel Castells, dall’abilità tecnologica nell’impiegare come forza produttiva diretta la superiorità della specie umana nella capacità di elaborare simboli. È la ragione per cui l’Italia è il laboratorio mediale ideale per capire cosa sta accadendo nella mediasfera occidentale di quel decennio. Decennio in cui si acuisce la competizione tra le più disparate forme di comunicazione (i media-linguaggio: cinema, televisione, videogame etc.), alimentata dal fi orire di nuovi dispositivi tecnologici (i media-oggetto) sempre più all’avanguardia.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Publication date

  • Collection

About the author

Mario Garzia

Mario Garzia si è laureato in Scienze della comunicazione e in Filosofi a e teorie della comunicazione all’Università di Cagliari. Con una borsa di ricerca ha partecipato come sceneggiatore al progetto cluster top-down “PAC-PAC: videogiochi d’avventura e fi ction interattive point-and-click per la promozione del patrimonio ambientale e culturale”, sviluppato dal Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e Architettura dello stesso ateneo. È stato autore e conduttore radiofonico e televisivo. È giornalista pubblicista.

You will also like