Morta ammazzata. Incappucciata e trascinata in auto nonsodove. Verdetto inappellabile dopo un rodeo lussurioso di accuse: pena di morte. … Non capisco dove mi trovo. Qui il mondo appare alterato, come attraversato da una frattura.

Siamo nell’A.D. 2081. Gemma è un’ex docente, punita per reato di istigazione al libero pensiero. Jack è un docente, condannato al confino per il medesimo reato: Non c’era bisogno che qualcuno avesse diffamato Jack. Di male doveva averne fatto tanto. E glielo snocciolarono, una mattina. Lo prelevarono in classe. Aveva subito iniziato a fare lezione, meglio: una fu-ex-lezione. …“Condanna: Esilio. Durata: A tempo indeterminato. Luogo: Lampedusa”.

Due dunque i protagonisti-narratori, separati forse da un’Invalicabile Frontiera. Sbalzata nel regno dei morti, Gemma incontrerà misteriosi personaggi e una scuola paradossalmente viva, mentre Jack, nell’aldiquà, cercherà vie di fuga e di resistenza individuale e collettiva. Sullo sfondo, ma forse protagonista, il feroce sistema impazza e l’irrilevanza dell’umano è divenuta oscena normalità. La soluzione a questa paralisi sta in un tenace ascolto reciproco, che ricollega Gemma a Jack e i vivi ai morti. Così la resistenza si riapre e si ripopola. Il luminosissimo finale segna il riscatto dell’umanità. E anche nell’educazione avviene un trascinamento altrove, un’apertura al nuovo, all’incredibile, all’inaudito…

Book details

About the author

Gianni Vacchelli

Gianni Vacchelli, narratore, scrittore, docente. Insegna in un liceo classico del milanese ed è contrattista all’Università Statale di Milano. Ha pubblicato numerosi saggi: L’«attualità» dell’esperienza di Dante (2015), Dante e la selva oscura (2018); e opere narrative: Arcobaleni (2012), Eutopia, con M. Bellosta (2013), Generazioni. Storie di liberazione e abisso (2016).

Maristella Bellosta

Maristella Bellosta ha insegnato a lungo, ha scritto testi per la scuola e ha collaborato con varie case editrici. Ha pubblicato Eutopia, con G. Vacchelli (2013), Jeannette (2015), Le avventure di Pantagruele (2018).

You will also like